In Me risiede il binomio perfetto.

Aggiornato il: feb 4

Una giornata come questa. Un lunedì che sa di venerdì e che porta dietro di se una settimana di feste e incontri in famiglia. Un cielo grigio intenso carico di nuvole. La pioggia sottile ma ormai non più fredda.

Una pioggia intensa ma primaverile. Insomma una giornata che definirei Uggiosa. Sono LOU READ che vi parla. Non sono una semplice poltrona e alcuni di voi lo sanno. A primo impatto tutti mi dicono che sembro quasi antipatica e alcuni umani si siedono sulle mie gambe incuriositi dalla mia forma. Vinco sempre io! Chiunque si sieda sulle mie gambe non vuole andar più via. Riesco ad accogliere qualsiasi corpo e a donargli estrema comodità. La mia seduta larga, il mio alto schienale semirigido, in grado di accompagnare anche il più piccolo movimento della vostra schiena, creato in poliuretano bajdur, un materiale favoloso. Danno una sensazione di sollievo e immediato riposo. Le mie gambe non sono molto lunghe, in modo da darvi la possibilità di avere i vostri piedi ben appoggiati in terra. I miei braccioli sono lunghi il giusto, per darvi un leggero sostegno e lasciarvi libere le braccia non limitando la vostra gestualità. Vi sentirete liberi nei movimenti, mentre siete seduti comodamente su di me. Sono stata creta quasi come Voi, cari umani, la mia sagoma o meglio il mio “corpo” è antropomorfo.

Ho la “pelle” attaccata alle “ossa” dello scheletro robusto. In queste giornate dedite al riposo e per alcuni alla riflessione in solitudine o in compagnia, posso essere la vostra “poltrona” per tanto tempo. Non vi stancherete di esser seduti su di me. Sono stata disegnata da due menti illuminate: PHILIPPE STARCK & EUGENI QUITLLET e vengo prodotta nel “laboratorio” estetico DRIADE. Grazie a loro sono un oggetto d’arte d’uso quotidiano. Un binomio perfetto tra estetica e funzionalità. Ho una seduta comoda data dalla mia ergonomia perfetta e studiata in ogni minimo dettaglio. Posseggo l’estetica più nobile data dal rivestimento interamente in pelle e vengo cucita da mani sapienti. Sono la LOU READ, “oggetto”, come amate definirmi, stravagante e sicuramente eclettico. Non passo inosservata e racchiudo nella mia forma tutta la filosofia dell’azienda che mi crea DRIADE per la quale già negli anni 50, lo scopo era di produrre mobili e arredi come individuali oggetti d’autore secondo logiche proprie del collezionismo. Cosa dirvi ancora. Cercatemi! Quando mi vedrete, sedetevi su di me e vedrete se tutto quello che vi ho raccontato corrisponde al vero. Non dimenticate che sono un’icona ed è per questo che dopo tanti anni conosco un po’ il “genere” umano e sono così sicura di ciò che racconto.







0 visualizzazioni

© 2019 by Tania Conte.